,

Eucalipto: un olio essenziale contro i problemi dell’inverno

copertina-eucalipto

Nel 1904 per la prima volta si scoprì l’azione antisettica dell’olio di eucalipto. Questa particolare pianta sembra sia molto utile nel trattamento di forme influenzali e del raffreddore, mal di testa e problemi lievi causati dalla sinusite.

Lfb_dco_eucalipto’olio essenziale viene ottenuto per distillazione ed estratto da foglie di rami adulti della pianta. Il suo profumo era usato anche dai Romani per conservare gli alimenti, soprattutto per purificare l’aria negli ambienti chiusi. Ma usato anche come antidoto per i morsi di insetti, in più  si cercava di contrastare il mal di testa con questo particolare olio. Infatti, grazie alla sua azione, l’eucalipto è in grado di sciogliere il muco del petto, calmando la tosse e fluidificando il catarro bronchiale.

Le tre principali azioni benefiche dell’eucalipto:

  • Decongestionante: sfiamma e calma l’irritazione delle mucose nasali fluidificando il catarro.
  • Antisettico: è molto efficace la sua attività antibatterica
  • Tonificante: in quanto olio essenziale ha particolari proprietà stimolanti sul sistema circolatorio.

Sempre come uso interno viene utilizzato anche per il trattamento di alcune forme di infiammazioni intestinali e manifestazioni febbrili. L’eucaliptolo bloccando diversi tipi di batteri, diventa infatti un coadiuvante nella prevenzione della bronchite. L’azione antibatterica lo rende anche un trattamento efficace per piccole ferite.

L’olio essenziale di eucalipto presenta anche piccolefb_dco_tosse controindicazioni: in caso di infiammazioni gastrointestinali, questo può dar luogo a fenomeni d’intolleranza all’apparato digerente. Non è quindi sconsigliata l’assunzione per quelle persone che soffrono di disturbi gastrici. È bene fare attenzione anche con i bambini, tutti gli oli essenziali sono fonti di allergeni e vanno usati con cautela.

I principali utilizzi dell’olio essenziale di Eucalipto:

  • Suffumigi: il classico rimedio della nonna contro il raffreddore. Diluire 2-3 gocce ed un cucchiaio di bicarbonato di sodio da versare in acqua bollente. Respirare i vapori benefici esalati coprendosi la testa con un asciugamano e chiudendo gli occhi (questo olio può essere irritante).
  • Inalazioni: mettere 1-2 gocce di olio direttamente su un fazzoletto, in caso di raffreddore o naso chiuso, per avere subito la sensazione di poter respirare meglio.
  • Massaggi sul torace: in caso di malattie da raffreddamento e influenze si può utilizzare direttamente questo olio essenziale diluito in un po’ di olio vegetale, ad esempio olio di mandorle dolci o anche burro di karitè. Frizionare delicatamente sul torace fino a che non è stato assorbito e poi respirare a pieni polmoni.
  • Massaggi antidolorifici: un massaggio a base di olio di Eucalipto per i muscoli indolenziti o affaticati anche semplicemente in seguito ad un’attività fisica molto intensa. Di base si utilizza sempre un olio vegetale in cui diluire poche gocce di questo olio essenziale. Il massaggio va fatto in maniera dolce ma profonda e sempre in direzione del cuore per aiutare il ritorno sanguigno.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *